Si è conclusa a Napoli la kermesse firmata D&G. Torneranno nelle loro città portando negli occhi e nel cuore l’infinita bellezza e l’incanto di Napoli.

E’ terminata ieri la kermesse d’alta moda firmata Dolce&Gabbana che ha avuto luogo a Napoli tra i vicoli più caratteristici e le strutture più prestigiose ed eleganti. Per quattro giorni le più distinte celebrità del mondo dello spettacolo, grande e piccolo schermo oltre alle figure d’onore della moda nel mondo, hanno illuminato le nostre strade, vestiti non solo della loro naturale bellezza ma degli abiti ideati e realizzati da Stefano Dolce e Domenico Gabbana, due pesi massimi del panorama mondiale della moda. Neanche le polemiche a sfondo politico, riguardo la concessione gratuita dei suoli e delle location destinate agli eventi, sono riuscite a scalfire l’entusiasmo generale di chi, quest’evento, lo ha profondamente desiderato, sognato e voluto per Dolce e Gabbana 6ripartire da una Napoli stanca di essere designata come la gatta nera italiana e sempre associata a “monnezza”, camorra e sangue. Napoli riparte, lo ha promesso un De Magistris riconfermato sindaco a pieno merito e i napoletani hanno deciso di crederci. L’esordio è stato un vero e proprio bagno di folla, consumatosi prima tra le strade e i borghi più antichi e successivamente a Villa Pignatelli con la consueta cena di gala e l’arrivo di alcuni ospiti eccezionali, tutti ammaliati dall’eleganza del giardino e dalle gigantografie della Loren in bianco e nero, testimonianze dell’affetto verso una straordinaria donna simbolo della città. Tutto sotto gli occhi fieri ed orgogliosi di De Magistris e signora. L’evento, in quanto manifestazione di moda, comincia il venerdì tra piazza San Gaetano e San Gregorio Armeno si è tenuta la presentazione della collezione Dolce&Gabbana con tanto di passerella e circa quattrocento ospiti e numerosi spettatori. Per la cittadinanza onoraria alla Loren bisogna però aspettare la mattina del sabato a Castel dell’Ovo: tutto pronto per l’assegnazione di quest’onorificenza alla carriera di una donna da Oscar per l’interpretazione de La Ciociara. Sotto le note di ‘O sole mio, visibilmente emozionata, la Dolce e Gabbana 5Loren viene ricordata dal sindaco in una rassegna di tutti i suoi film e ha ringraziato tutta la città per averle dato tanto amore durante la sua carriera, promettendo che non dimenticherà mai nulla di questa magnifica città. L’arrivederci ai tanti artisti, a Stefano e a Domenico arriva la domenica, sulla spiaggia di Posillipo tra musica, luci e l’ultimo omaggio alla Loren, questa volta con un dress code ispirato al Mambo Italiano ballato in un vestito rosso dalla diva napoletana in “Pane, Amore e…”. Proprio grazie a quel ballo, Sophia Loren divenne la star napoletana più famosa di Hollywood.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>